WILSON PICKETT: LA STORIA DEL ROCK

Nato negli U.S.A nel 1941 – 2006, la sua musica ritmica con tendenze gospel-soul e voce molto prorompente che negli anni ’70 rivaleggiava con James Brown. Inizia la sua carriera nell’ambiente gospel di Detroit inserendosi nel gruppo dei Falcon. Dopo due anni lascia il gruppo e come solista dà vita al suo primo successo un singolo “In the midnight hour” nel 1965. L’intensità emotiva che il personaggio esprime in tutta la sua forza nelle esibizioni dal vivo, diventa un vero idolo per quei anni ’60, spesso in compagnia di grandi sessionman come Duane Allman. E grazie la collaborazione di quest’ultimo esce il grande successo di  hey Jude. Dopo vari cambiamenti continui di case discografiche, sempre in netta contraddizione, porta Wilson a firmare con la RCA: All’inizio degli anni ’70, forse in scarsa vena di creatività, il successo viene meno e si fanno anche più rare le sue apparizioni, è è il declino della sua carriera. Pultroppo come se non bastasse ha qualche problema la legge, dal carattere un po’ rissoso che gli costerà anche qualche condanna, l’ultimo caso è stato denunciato dala sua compagna per violenze sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Muore d’infarto il 16 gennaio del 2006.

 

 

Discografia Album

 

* In the Midnight Hour (1965, Atlantic)

* The Exciting Wilson Pickett (1966)

* The Best of Wilson Pickett (1967)

* Wilson pickett,omonimo,stampa italiana anni 1965 Roman Record Company 705

* The Wicked Pickett (1967)

* The Sound of Wilson Pickett (1967)

* I’m In Love (1967)

* The Midnight Mover (1968)

* Hey Jude (1968)

* Wilson Pickett in Philadelphia (1970)

* Right On (1970)

* The Best of Wilson Pickett, Vol. II (1971)

* Don’t Knock My Love (1972)

* Mr. Magic Man (1973)

* Wilson Pickett’s Greatest Hits (1973)

* Pickett in the Pocket (1974)

* I Want You (1980)

* American Soul Man (1987)

* A Man and a Half: The Best of Wilson Pickett (1992)

 

Singoli

 

* “If You Need Me” (1962, Double L) R&B:

* “It’s Too Late” (1963)

* “I’m Done to My Last Heartbreak” (1963)

* “My Heart Belongs to You” (1963, Verve)

* “I’m Gonna Cry” (1964, Atlantic)

* “Come Home Baby” (1964)

* “In the Midnight Hour” (1965) R&B:

* “Don’t Fight It” (1965) R&B:

* “634-5789” (1966) R&B:

* “Ninety Nine and a Half” (1966) R&B:

* “Land of 1000 Dances” (1966) R&B:

* “Mustang Sally” (1966) R&B:

* “Everybody Needs Somebody to Love” (1967) R&B:

* “I Found a Love Pt. 1” (1967) R&B:

* “You Can’t Stand Alone” (1967) R&B:

* “Funky Broadway” (1967) R&B:

* “I’m in Love” (1967) R&B:

* “Soul Dance Number Three” (1967) R&B:

* “I’m a Midnight Mover” (1968) R&B:

* “I’ve Come a Long Way” (1968) R&B:

* “She’s Looking Good” (1968) R&B:

* “I Found a True Love” (1968) R&B:

* “Jealous Love” (1968) R&B:

* “A Man and a Half” (1968) R&B:

* “Hey Jude” (1968) R&B:

* “Mini-skirt Minnie” (1969) R&B:

* “Born to Be Wild” (1969) R&B:

* “Hey Joe” (1969) R&B:

* “You Keep Me Hangin’ On” (1969)

* “Engine Number 9” (1970) R&B:

* “Sugar, Sugar” (1970)

* “She Said Yes” (1970) R&B:

* “Cole, Cooke, and Redding” (1970) R&B:

* “Don’t Knock My Love – Pt. 1” (1971) R&B:

* “Don’t Let the Green Grass Fool You” (1971) R&B:

* “Call My Name, I’ll Be There” (1971) R&B:

* “Fire and Water” (1972) R&B:

* “Funk Factory” (1972) R&B:

* “Mr. Magic Man” (1973) R&B:

* “Take a Closer Look at the Woman You’re With” (1973) R&B

* “International Playboy” (1973) R&B:

* “Soft Soul Boogie Woogie” (1974) R&B:

* “Take Your Pleasure Where You Find It” (1974) R&B:

* “I Want You” (1979) R&B:

* “Live With Me” (1980) R&B:

* “Don’t Turn Away” (1987) R&B:

 

 

wil.jpegwilso.jpegwils.jpeg

WILSON PICKETT: LA STORIA DEL ROCKultima modifica: 2009-12-10T08:54:00+01:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento