WHO: LA STORIA DEL ROCK

Townshend ed Entwistle si conoscono alla Acton County School, insieme formano gli Scorpion che poi diventano i Detours. Con Daltrey e Doug Sanden incominciano a farsi conoscere nei locali londinesi, subito dopo Sanden abbandona il gruppo per discordie con gli altri e viene sostituito da Keith Moon ex Beachcombers. Intanto cambiano di nuovo il nome in High Numbers e la loro musica con stile filosofico mod di quel periodo, come culto giovanile. La svolta alla loro carriera arriva da Kit Lambert e Chris Stamp, registi entrambi, il secondo è il fratello dell’attore Terence Stamp, che diventano i loro produttori e ribattezzano il gruppo con il definitivo nome dei Who. Il successo comincia ad arrivare con alcuni singoli e nel 1965 entrano in classifica nei primi trenta e poi nei primi dieci con la famosa MY Generation. Nei primi concerti dal vivo fanno già tutto esaurito e lo spettacolo non manca con le loro apparizioni egocentriche e movimenti quasi acrobaticic di Townshend con conseguenza di distruzione di diffusori e strumenti. A Woodstock, Tonwsend prende a Pugni Abbie Hoffman per averlo disturbato per dare una notizia di redazione durante un suo pezzo musicale. Nel 1967 va molto bene la tournee americano in occasione del festival di Monterey. Anche i testi, molto polemici e con sottintesi, contro forme sociali e poitiche. Dopo una crisi di gruppo nel 1968, Towsnshend comincia a progettare quello che sarà la sua migliore performance musicale, l’opera rock “ Tommy” che otterrà un successo mondiale. L’anno dopo partecipano al festival di Wight, in studio incidono sempre buoni lp e incominciano anche a suonare per scopi di impegno sociale come in favore del Bangladesh insieme con gli America, Lindisfarne e Faces. Nel 1972 Keith Moon compare nel film di Frank Zappa 200 Motel e con Ringo Starr e David Essex in That’ll be the day. Escono anche alcuni lavori di ognuno come singoli, poe un’altra opera rock “ Quadrophenia” ed è di nuovo un successone. Eseguono anche una versione teatrale di “ Tommy” con l’ausilio della London Symphony Orchestra e di Rod Stewwart. Steve Winwood, Ringo Starr e altri musicisti. Passano un periodo di poco creatività dove ognuno si cimenta in percorsi da solisti, Solo nel 1977 incidono “ Who are you” ritornando di prepotenza nelle alte classifiche. Iniziano anche dei problemi legati a droga e alcol di cui Townshend ne è coinvolto, anche Moon, dopo aver partecipato al party di McCartney per celebrare il compleanno di Buddy Hlly scomparso prematuramente, viene trovato morto per arresto cardiaco. Gli anni a seguire entrano in formazione Kenny Jones ex Small Faces e Rabbit Bundrick ex Free solo occasionalmente. I Who ritornano sulle scene in un concerto che si trasforma in tragedia, a causa della ressa e mal funzionamento organizzativo, molte persone travolte nella calca rimarranno 22 vittime innocenti, avvenuto a Cincinnati. L’anno dopo Townshend si esibisce a favore di beneficenza di Amnesty International poi anche per la Cambogia. Tutti questi impegni porta a logorare l’ambiente del gruppo, infatti Pete annuncia una ultima tournee prima dello scioglimento. Riesce, dopo estenuanti terapie, a liberarsi della droga e dell’alcol. Ricordiamo i suoi impegni anche all’esibizione el Live Aid con Bob Geldof, David Bowie e Alison Moyet. La band proseguirà ancora per un decennio per soli concerti di reunion fino al 2002, quando il bassista JohnEntwistle muore al Hard Rock Hotel di Las Vegas. Townshend passerà guai con la polizia in seguito ad una perquisizione in casa sua e viene sequestrato una dozzina di film pedofili, Pete rinnegherà asserendo di aver visitato siti proibiti a scopo di ricerca, I processi sono attualmente in stato di esecuzione.

 

Album in studio

 

* 1965 – My Generation (la versione USA venne intitolata The Who Sings My Generation)

* 1966 – A Quick One

* 1967 – The Who Sell Out

* 1969 – Tommy

* 1971 – Who’s Next

* 1973 – Quadrophenia

* 1975 – The Who by Numbers

* 1978 – Who Are You

* 1981 – Face Dances

* 1982 – It’s Hard

* 2006 – Endless Wire

 

Album dal vivo

 

* 1970 – Live at Leeds

* 1979 – The Kids Are Alright

* 1984 – Who’s Last

* 1990 – Join Together

* 1996 – Live at the Isle of Wight Festival 1970

* 2000 – The BBC Sessions

* 2000 – Blues to the Bush

* 2002 – Encore Series 2002

* 2003 – Live at the Royal Albert Hall

* 2004 – Encore Series 2004

* 2006 – Encore Series 2006

* 2006 – Live from Toronto

 

Raccolte

 

* 1968 – Magic Bus: The Who on Tour (versione USA di Direct Hits)

* 1971 – Meaty Beaty Big and Bouncy

* 1974 – Odds & Sods

* 1976 – The Story of the Who

* 1981 – Hooligans

* 1982 – Join Together

* 1983 – Who’s Greatest Hits

* 1988 – Who’s Better, Who’s Best

* 1994 – Thirty Years of Maximum R&B (4 CD box set con molti inediti)

* 1996 – My Generation: The Very Best of the Who

* 2002 – The Ultimate Collection

* 2004 – The Who: Then and Now

 

Singoli

 

* 1964 – I’m the Face / Zoot Suit (accreditati come The High Numbers (The Who). Il lato A e B sono stati invertiti nelle ultime ristampe)

* 1965 – I Can’t Explain / Bald Headed Woman

* 1965 – Anyway, Anyhow, Anywhere / Daddy Rolling Stone (UK b-side) / Anytime You Want Me (US b-side)

* 1965 – My Generation / Shout and Shimmy

* 1966 – Circles / Instant Party (mai pubblicato)

* 1966 – Substitute / Circles (UK b-side) / Waltz for a Pig (US b-side)

* 1966 – A Legal Matter / Instant Party

* 1966 – The Kids Are Alright / The Ox

* 1966 – I’m a Boy / In the City

* 1966 – La La La Lies / The Good’s Gone

* 1966 – Happy Jack / I’ve Been Away (UK b-side) / Whiskey Man (US b-side)

* 1967 – Pictures of Lily / Doctor, Doctor

* 1967 – The Last Time / Under My Thumb

* 1967 – I Can See For Miles / Someone’s Coming (UK b-side) / Mary-Anne with Shakey Hands (US b-side)

* 1968 – Dogs / Call Me Lightning

* 1968 – Magic Bus / Dr. Jekyll and Mr. Hyde

* 1969 – Pinball Wizard / Dogs Part II

* 1970 – The Seeker / Here for More

* 1970 – Summertime Blues / Heaven and Hell

* 1970 – See Me, Feel Me / Overture

* 1971 – Won’t Get Fooled Again / I Don’t Even Know Myself

* 1971 – Let’s See Action / When I Was a Boy

* 1972 – Join Together / Baby Don’t You Do It

* 1972 – Relay / Waspman

* 1973 – 5:15 / Water

* 1975 – Overture / See Me Feel Me.Listening To You (dal film Tommy)

* 1975 – Squeeze Box / Success Story

* 1978 – Who Are You / Had Enough

* 1981 – You Better You Bet / The Quiet One

* 1981 – Don’t Let Go the Coat / You

* 1982 – Athena / A Man Is a Man

* 1984 – Twist & Shout (live) / I Can’t Explain (live)

* 2004 – Real Good Looking Boy / Old Red Wine

* 2006 – Wire & Glass / Mirror Door

* 2006 – It’s Not Enough – singolo iTunes download

* 2006 – Tea & Theatre – singolo iTunes download

 

Filmografia

 

* 1975 – Tommy

* 1979 – Quadrophenia

* 1979 – The Kids Are Alright


 

Formazione

 

* Roger Daltrey – voce, armonica, chitarra ritmica (1962 – presente)

* Pete Townshend – chitarra solista, tastiere, voce, compositore primario (1962 – present

* John Entwistle – basso, voce (1962 – 2002)

* Keith Moon – batteria, percussioni (1964 – 1978)

 

Collaboratori

 

* Colin Dawson – voce (1962-1964)

* Doug Sandom – batteria (1962-1964)

* Kenney Jones – batteria, percussioni (1979 – 1983, 1985, 1988)

 

Componenti aggiuntivi in tour

 

* John “Rabbit” Bundrick – tastiere, pianoforte, voce (1979 – 1981, 1989 – presente)

* Simon Townshend – chitarra ritmica, voce (1996 – 1997, 2002 – presente)

* Pino Palladino – basso (2002 – presente)

* Zak Starkey – batteria, percussioni (1996 – presente)

 

Curiosità: Il 20 novembre, durante un concerto a San Francisco al Cow Palace, Moon crolla svenuto durante un concerto e sostituito da un dilettante trovato tra il pubblico, un certo Scott Halpin, guadagna dosi una piccola fetta di gloria nell’epoca rock.

 

w1.jpegw2.jpegw3.jpegw4.jpegw5.jpegw6.jpegw7.jpegw8.jpegw9.jpegw10.jpeg

 

 

WHO: LA STORIA DEL ROCKultima modifica: 2010-05-08T21:22:00+02:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento