BARRY GOLDBERG: LA STORIA DEL ROCK

Pianista dallo stile blues, inizia nella fine degli anni ’50 a fianco di alcuni famosi musicisti come Otis Rush, Muddy Waters e Buddy Guy. Alcuni anni dopo nel ’65 affianca la Paul Butterfield Blues Band e accompagna Bob Dylan nel famoso concerto di Newport. Tornato a Chicago forma la Goldberg Miller Blues Band, l’anno seguente, con Harvey Mandel al posto di Steve Miller, incidono ottimi pezzi di successo come Blowing my mind.

Insieme a Goldberg si avvicendano molti altri musicisti di fama come Charlie Musselwhite, Mike Bloonfield, Duane Allman, Neil Merryweather e anche Bob Dylan. Barry spesso fonda gruppi anche di breve durata come i Electric Flag, poi forma un supergruppo come i KGB. Gli ultimi anni di carriera, come è sempre stato nel suo stile, continua estenuanti sessionman con vari gruppi e musicisti. Nal 1984 esce “ Stoned” primo lavoro da solista e tributo ai Rolling Stones.




Albums

 

* 1966 Blowing My Mind (Epic LP; reissued on CD: Collectables and Acadia)

* 1968 There’s No Hole in My Soul (Buddah LP; reissued on CD: One Way)

* 1969 Two Jews Blues (Buddah LP; reissued on CD: One Way)

* 1970 Street Man (Buddah LP)

* 1970 Ivar Avenue Reunion (RCA 4442)

* 1972 Barry Goldberg & Friends (Record Man LP)

* 1974 Blasts from My Past (Buddah LP)

* 1974 Barry Goldberg (Atco LP)

* 1976 Barry Goldberg & Friends Recording Live (Buddah LP)

* 2002 Stoned Again (Antone’s/Texas Music Group) produced by Carla Olson and featuring Denny Freeman, Ernie Watts, Mick Taylor, Gregg Sutton…

* 2003 Live (Unidisc)

* 2006 Chicago Blues Reunion (Music Avenue)

barr1.jpegbarr2.jpegbarr3.jpegbarr4.jpegbarr5.jpegbarr6.jpegbarr7.jpeg

 

BARRY GOLDBERG: LA STORIA DEL ROCKultima modifica: 2010-07-24T21:39:00+02:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento