DON McLEAN: LA STORIA DEL ROCK

Il suo più grande successo è senza dubbio American pie del 1972, che per i critici è solo un disco dallo stile pop, ma il cantautore ha saputo dare il meglio dopo anni di attività, iniziata già nei primi anni del ’60 a New York. Ex folksinger con i testi impegnati si fa strada nei locali di zona e nel 1968 è stabile al Cafè Lena. Fa una tournee con Pete Seger, con impegni sociali, già allora sull’inquinamento. Da qui in poi, il folksinger, vivrà un po’ di rendita sul suo più grande successo appunto American pie, e non riuscirà mai più a ripetersi con un’altro pezzo, un’altro successo è Vincent del 1973, in Italia ispirato alla vita ed all’opera di Vincent Van Gogh, che venne utilizzato come sigla del seguitissimo giallo televisivo Lungo il fiume e sull’acqua.


Discografia 

* 1970 Tapestry
* 1971 American Pie
* 1972 Don McLean
* 1973 Playin’ Favorites
* 1974 Homeless Brother
* 1976 Solo (directo)
* 1977 Prime Time
* 1978 Chain Lightning
* 1981 Believers
* 1982 Dominion (directo)
* 1986-7 For The Memories I & II
* 1987 Love Tracks
* 1990 Headroom
* 1993 Favourites and Rarities
* 1995 River of Love
* 2001 Don McLean Sings Marty Robbins
* 2001 Starry Starry Night (directo)
* 2003 You’ve Got To Share (“The Kid’s Album”)
* 2003 The Western Album
* 2004 Christmastime!
* 2005 Rearview Mirror

don1.jpegdon2.jpegdon3.jpegdon4.jpegdon5.jpegdon6.jpegdon7.jpeg

 

DON McLEAN: LA STORIA DEL ROCKultima modifica: 2010-07-30T00:21:00+02:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento